Home PageMaterialiCristallo?…..Sì PURO cristallo acrilico!

Cristallo?…..Sì PURO cristallo acrilico!

manuale del perspex

 Cosa è :

Il nome tecnico  è METACRILATO ma è noto come Cristallo Acrilico perchè la purezza della sua trasparenza supera il cristallo naturale 

Nel 1930 sulla scia delle scoperte chimiche che caratterizzeranno il secolo si ottiene un materiale con le qualità ottiche del cristallo, ma molto più leggero e sopratutto infrangibile.

Nel 1947 il nonno Adreani importa in esclusiva in Italia il marchio”PERSPEX” brevettato proprio nel 1935 dalla britannica ICI

il nome di questo vetro cristallo  acrilico nasce dal latino PERSPICIO

 “VEDO ATTRAVERSO”.

Altri nomi sono PLEXIGLAS-LUCITELUX e si riferiscono ad  altri  marchi commerciali.

La TRASPARENZA  è la caratteristica esclusiva di questa materia oltre che  LUCENTEZZA  e RESISTENZA  non si riga, non cambia il colore originario ne’ si opacizza, mantenendo inalterata la sua originale brillantezza ( la ceramica è stata sostituita dal metacrilati nei sanitari e vasche da bagno)

E’completamente ANALLERGICO infatti non rilascia sostanze chimiche nè sulla pelle nè nell’atmosfera è una materia BIOCOMPATIBILE  tanto che si utilizza per le lenti a contatto  in ortopedia e protesi di ogni tipo .

Sin dalla sua invenzione il metacrilato ha trovato grande applicazione nel settore della neonistica  ricordiamo le

insegne anni 40 e 50 della Grande Mela

nell’arredamento e design moderno

negli accessori moda

nell’allestimento di vetrinistica e scenografie

PMMA

Il cristallo acrilico PMMA  (nome scientifico PoliMetilMetaAcrilato) ha trovato recentemente nuove e svariate applicazioni perchè  possiede un buon grado di biocompatibilità con i tessuti umani, viene infatti usato

nell’ottica

  • nella produzione di lenti intraoculari
  • per la cura della cataratta
  • le lenti a contatto rigide sono realizzate con questo polimero

In   ortopedia

  • come “cemento” per fissare impianti,
  • per rimodellare parti di osso perdute
  • o “riparare” vertebre fratturate (Vertebroplastica)
  • anche le otturazioni dentali sono realizzate con un “cemento” analogo.
  • In chirurgia estetica, iniezioni di micro-sfere di PMMA sotto pelle vengono usate per ridurre rughe e cicatrici.

Il  cristallo acrilico PMMA è un materiale sensibile alla corrente che lo attraversa e perciò trova applicazione anche

  • nell’industria microelettronica nei processi di litografia elettronica
  • utilizzato pure per l’elevata conducibilità della luce viene impiegato anche per larealizzazione di fibra ottica
Questa materia completamente riciclabile, è spesso usata al posto del vetro per la sua resistenza agli urti, la lavorabilità e la leggerezza, oltre che per l’eccezionale capacità di trasmettere la luce. Prodotto in lastre di varie dimensioni e spessori, è disponibile bilucido trasparente, bisatinato e monosatinato. Il metacrilato a tinta piatta poi, può essere arricchito con altre componenti per ottenere effetti madreperlati e metallizzati, o inglobare materiali di vario genere come tessuto, reti, lamiere, impiallacciatura, fiori, erba, cambiando così totalmente aspetto senza alterare le caratteristiche meccaniche. Sorprendenti risultati si ottengono anche da altri materiali come il fluorescente, l’iridescente, il luminor, studiato apposta per l’illuminazione, il similvetro e l’opalino.
Sottoposta al calore già a 100 ° si rivela molto duttile  per essere plasmato.

Abbiamo realizzato raramente con lastre colorate perchè diventa più facile confonderlo con la comune plastica o resine e soltanto il passare del tempo ne rende il merito della nobiltà che gli vale il nome CRISTALLO ACRILICO. : apprezzato dagli intenditori un oggetto in PERSPEX ha una durata lunghissima, oggi possiamo dire che non si altera per almeno 75 anni.

Un’altra curiosità intreressante è che il prezzo alto lo rende riciclabile: per esempio le fiches dei casino sono realizzate con metacrilato rigenerato – come molti altri oggetti che non richiedono la resistenza meccanica dell’originale.

Il Magazine inglese INSPIRE ME  citati come case study

  http://perspex.com/case-studies/adreani-jewellery/

Lascia un Commento